mutuo per ristrutturazione

Il mutuo per ristrutturazione: cos’è e come è possibile accedervi

Il mutuo per gli interventi di riqualificazione e restauro

Dalla riqualificazione energetica alla semplice tinteggiatura degli interni, il mutuo per la ristrutturazione consente di svolgere una serie di interventi senza dover affrontare spese importanti e immediate. Il finanziamento della banca può arrivare a coprire fino l’80% del valore che la casa avrà una volta terminate le opere richieste. Il mutuo per la ristrutturazione è, quindi, uno strumento per l’investimento. I termini per la chiusura vanno dai 5 ai 30 anni e la formula di prestito può essere a tasso fisso, variabile o misto.

Requisiti per avere accesso al mutuo

Per accedere al finanziamento è imprescindibile avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato o un contratto di lavoro la cui scadenza non sia inferiore a quella del mutuo stesso. La banca richiede, inoltre, una busta paga e le specifiche sull’intervento richiesto. Dunque, è necessario presentare i documenti che entrano nel dettaglio delle opere di manutenzione ordinaria e straordinaria o di quelle di ristrutturazione edilizia.

Documentazione edilizia per accedere al mutuo

Di seguito, il dettaglio della documentazione a seconda dell’opera di ristrutturazione richiesta.

  • Manutenzione ordinaria: preventivo dell’impresa edile o di un professionista abilitato.
  • Manutenzione straordinaria: preventivo dell’impresa edile o di un professionista abilitato; progetto edilizio; domanda di autorizzazione edilizia o denuncia di inizio attività.
  • Ristrutturazione edilizia con grandi opere: preventivo dell’impresa edile o di un professionista abilitato; permesso di costruzione, ricevuta di pagamento del contributo comunale.

Per maggiori informazioni sul mutuo per la ristrutturazione, contatta subito lo staff di Broker Mutui

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *